Mac lento dopo aggiornamento a Monterey? Tutte le soluzioni

Spesso dopo l’aggiornamento all’ultima versione di macOS il Mac diventa improvvisamente più lento, alcune applicazioni non funzionano, le ventole girano sempre al massimo e qualche volta il sistema si blocca completamente. L’ultimo aggiornamento a Monterey ha dato problemi a moltissimi utenti e in particolare Safari è diventato inutilizzabile. Dopo alcuni test, ho trovato diverse soluzioni a questi rallentamenti. Scopriamo insieme di cosa si tratta!

Indice

Come velocizzare Mac lento dopo aggiornamento

Come accelerare l’avvio del Mac

Dopo aver installato macOS Monterey sul mio iMac, sono stato giorni a cercare di velocizzare l’avvio ma alla fine ci sono riuscito. Per prima cosa, ti consiglio di controllare quali applicazioni siano attivate per l’avvio automatico. Alcune potrebbero non essere compatibili con Monterey o troppo pesanti: aggiornale e disattivale.

Apri le Preferenze di Sistema, clicca su Utenti e gruppi e nella finestra elementi di login rimuovi uno o più software utilizzando il pulsante meno in basso.

mac lento

Se questo non bastasse, si può ricorrere ad un app straordinaria che può risolvere questo e altri problemi in modo facile e veloce. Sto parlando di CleanMyMac che ottimizza l’avvio, consentendoti di rimuovere decine di “agenti di lancio”. Dico la verità: sono stato sempre un po’ scettico al riguardo, ma dopo averla provata mi sono ricreduto. In pochi passaggi sono riuscito a risolvere la maggior parte dei problemi che ho avuto dopo l’aggiornamento a Monterey e mi ha aiutato ad eliminare file di grandi dimensioni nascosti sul mio MacBook. Se vuoi scoprire come installarla ed utilizzarla scorri più in basso al punto “Velocizzare Mac dopo aggiornamento con CleanMyMac”.

Reset dell’SMC

L’SMC è un controller di sistema presente in tutti i Mac che si occupa della gestione di moltissime componenti hardware come trackpad, alimentazione, ventole, wifi, led e molto altro. Il reset dell’SMC è necessario anche quando ad esempio le applicazioni rimbalzano ore prima di aprirsi, quando le ventole girano al massimo anche con un basso carico oppure quando il Mac non si riaccende dopo essere stato in stand-by.

Le procedure sono differenti per ogni tipologia di Mac:

  • MacBook con batteria rimovibile:
    1. Spegni il computer e scollega il cavo di alimentazione
    2. Rimuovi batteria sul retro
    3. Tieni premuto il tasto di accensione per circa 5 secondi
    4. Reinserisci la batteria e collega il cavo di alimentazione
    5. Accendi il MacBook
  • Nuovi MacBook:
    1. Spegni il MacBook e collegalo all’alimentazione
    2. Premi contemporaneamente i tasti Ctrl-Alt-Shift (a sinistra) e quello di accensione
    3. Rilasciali tutti contemporaneamante
    4. Riaccendi il Mac
  • iMac, Mac Mini, Mac Pro
    1. Spegni il Mac e scollega l’alimentazione
    2. Attendi circa 20 secondi e ricollega il cavo di alimentazione
    3. Aspetta altri 5 secondi dal collegamento
    4. Avvia il Mac

Safari lento dopo l’aggiornamento? Ti spiego come velocizzarlo

In molti hanno notato un netto rallentamento di Safari dopo l’aggiornamento a macOS Monterey. Innanzitutto effettua un reset dell’SMC come ti ho mostrato in precedenza. Adesso ci sono altre due operazioni da svolgere: modificare la finestra iniziale e il reset dell’NVRAM.

Modificare la finestra iniziale

  • Apri Safari
  • Apri le preferenze del browser con la combinazione Command + , (⌘ ,)
  • Modifica l’apertura di una nuova finestra e di un nuovo pannello selezionando “Pagina vuota”

Nella maggior parte dei casi è la finestra di apertura a rendere Safari lento. Effettuando questa procedura dovresti risolvere il problema. Se continui a percepire questa problematica puoi provare a resettare l’NVRAM.

Reset dell’NVRAM

NVRAM è una parte di memoria utilizzata dal Mac per accedere rapidamente ad alcuni parametri. Dopo gli aggiornamenti, non è raro che ci siano alcuni errori e sia necessario un reset di questa unità. La procedura è identica in tutti i Mac:

  1. Spegni il Mac
  2. Accendi nuovamente il Mac e premi immediatamente i tasti cmd+alt+p+r contemporaneamente
  3. Tienili premuti fin quando il logo Apple non scompare e il Mac si riavvia

Come velocizzare Mac con CleanMyMac X

velocizzare mac lento dopo aggiornamento

Come ho già detto prima sono sempre stato abbastanza scettico sui software di questo tipo, ma dopo aver risolto i problemi sul mio Mac mi sono ricreduto. Dopo l’aggiornamento a Monterey il mio iMac del 2015, con specifiche abbastanza buone (3,3 GHz Intel Core i7 quad-core, 16GB di RAM e 512GB di SSD), ha avuto diversi problemi e fin da subito ho percepito una grande lentezza.

Cercando un po’ e confrontando diversi software ho deciso di installare CleanMyMac X e i risultati sono stati ottimi. Ho subito eseguito una Scansione Smart e ho avviato la pulizia automatica che ha rimosso più di 10GB di file inutili e ha eseguito altre operazioni per aumentare la velocità.

Pur vedendo buoni risultati dopo un primo riavvio, ho deciso di sfruttare a pieno questo software utilizzando le funzioni di Ottimizzazione e Aggiornamento.

L’Ottimizzazione è a mio parere la caratteristica migliore di quest’applicazione: permette di eliminare agenti di avvio nascosti nel sistema e di risolvere eventuali problemi di app che non rispondono. Dopo averla utilizzata il Mac è ritornato ad avviarsi in modo rapido, risolvendo la classica problematica del Mac lento dopo l’aggiornamento.

Invece, la funzione “Aggiornamento” ti permette di aggiornare tutti i software con un singolo click. É molto utile soprattutto dopo un aggiornamento del sistema macOS dove spesso molti software non si aprono o crashano improvvisamente. In pochi minuti sono riuscito ad avere le ultime versioni delle mie app senza dover disinstallare e reinstallare tutti i software manualmente.

Inoltre, CleanMyMac X svolge anche la funzione di antivirus individuando ed eliminando malware e altri file dannosi. Sinceramente non ho mai avuto problemi di questo tipo sui dispositivi Apple, ma ahimè c’è sempre una prima volta: meglio prevenire e stare al sicuro. 😉

CleanMyMac X è disponibile in due versioni: una totalmente gratuita e una a pagamento. La versione gratuita non ha scadenza, ma limita la pulizia del Mac ad un massimo di 500MB di dati. Se vuoi sfruttare a pieno questo software io ti consiglio di acquistarlo nella modalità “una tantum”,che in sostanza ti garantisce un utilizzo completo per sempre! A mio parere, la scelta dell’abbonamento annuale è poco favorevole in quanto ha un costo elevato e solo dopo due anni hai speso la stessa cifra. L’aspetto positivo è anche la possibilità di richiedere il rimborso entro 30 giorni dall’acquisto che ti permette di testare e valutare tutte le funzionalità offerte. Se sei interessato ti lascio il link qui sotto 😉

Lascia un commento

Follow us on Social Media