Caricatore wireless: i migliori per iPhone e Android

La tecnologia di ricarica wireless è sempre più diffusa. Nel 2021 ormai quasi tutti gli smartphone in commercio, sia iPhone sia Android, la supportano. Tantissime aziende tech hanno iniziato a produrre caricabatterie con questa tecnologia, ma solo alcune sono riuscite nell’impresa di creare un prodotto sicuro e performante. Detto ciò, in questo articolo voglio guidarti alla scelta del miglior caricatore wireless adatto alle tue esigenze.

Sai già come funziona un caricabatterie wireless? Sei sicuro di avere un dispositivo compatibile? Sei già informato sulle conseguenze della ricarica wireless riguardo la vita della batteria? Prima di mostrarti quali sono i migliori caricabatterie wireless mi piacerebbe spiegarti come funziona la ricarica senza fili, quali sono gli smartphone compatibili, quando utilizzarla e quali caratteristiche deve avere un caricatore wireless per funzionare alla perfezione.

Seguici su Instagram per rimanere aggiornato e provare a vincere un buono Amazon ogni domenica!

Indice

Come funziona la ricarica wireless e lo standard Qi

ricarica wireless

La ricarica wireless si basa sul contatto fisico tra il retro di uno smartphone, che supporta questa tecnologia, ed un caricatore wireless. Quando il dispositivo viene appoggiato, il caricatore wireless invia un ping per controllare che il cellulare sia abilitato a supportare la ricarica wireless e non rischiare di danneggiarlo in caso contrario. Dopo questo scambio di informazioni si avvia la ricarica che consiste nel trasferimento di energia tra il caricatore wireless e la batteria attraverso l’induzione elettromagnetica. Non ti preoccupare se il caricatore wireless e lo smartphone si scaldano: è del tutto normale.

Cos’è lo standard Qi?

Nel campo della ricarica senza fili ci sono due principali organizzazioni la WPC (o Wireless Power Consortium) e la PMA (o Power Matters Alliance). Nel campo degli smartphone è la WPC ad aver avuto la meglio con il proprio standard Qi. Questo standard è stato adottato dai grandi colossi tech che si occupano della produzione di smartphone come Apple, Samsung, Nokia, Huawei e molti altri. Questo tipo di ricarica senza fili ha compiuto un progresso incredibile e ad oggi è considerato il più sicuro.

Per funzionare lo standard Qi richiede che la base di ricarica wireless e il dispositivo siano a una distanza minima di 45 millimetri e una massima di 400 millimetri. Inoltre per non causare alcun tipo di danneggiamento alla batteria o altri problemi è stabilito un voltaggio massimo consentito: ad esempio per gli iPhone è di 7,5 W mentre per i nuovi Samsung è di 15W.

Quali sono i migliori caricatori wireless Qi

Anker PowerWave

L’Anker PowerWave è uno dei più economici caricatori wireless. Allo stesso tempo offre la massima velocità di ricarica per iPhone (7,5W) e una ricarica fino a 10W per gli altri smartphone. La comoda spia LED ti informa in tempo reale dello stato della ricarica e ti avvisa se il dispositivo non è stato posizionato correttamente. Essendo un caricabatterie wireless semplice e compatto, potrai portarlo sempre con te e sfruttarne tutta la comodità anche quando si è fuori casa.

Veelink Caricatore Wireless in bambù

Per chi odia i classici accessori plasticosi viene in aiuto il caricatore wireless Veelink. Interamente costruito in bambù, garantisce ottime performance per tutti i dispositivi: ricarica wireless base da 5W, per tutti gli iPhone che la supportano quella da 7,5W e infine il fast charging per i nuovi Samsung. Inoltre le due bobine permettono di ricaricare lo smartphone sia in orizzontale sia in verticale.

Belkin BoostCharge + Speaker Bluetooth

Il Belkin BoostCharge ha la particolarità di essere un caricabatterie wireless 2 in 1. Oltre a ricaricare comodamente il tuo smartphone, sia in posizione verticale sia orizzontale, è dotato di uno speaker Bluetooth con microfono. É una funzionalità comoda a chi per esempio ascolta musica o podcast durante la giornata: il Belkin BoostCharge ti consentirà di ricaricare il tuo smartphone e di ascoltare allo stesso tempo quello che desideri ad un volume nettamente superiore! A mio parere il costo rispecchia in modo onesto le potenzialità di questo accessorio wireless.

Ksix – Orologio Sveglia, Caricatore Wireless Fast Charge 7,5 W-10 W e Luce Notturna

Altro tipo di caricatore wireless con funzione di sveglia e luce notturna è il Ksix. L’idea è a mio parere ottima e dal punto di vista di prestazioni è perfettamente uguale ai caricabatterie visti in precedenza.

FLUX’S – Caricatore Wireless Qi Doppio, Ricarica Rapida Senza Fili, 5 W/7,5 W/10 W

Il caricatore wireless della FLUX’S permette di ricaricare due dispositivi dotati della tecnologia Qi in contemporanea. Il design è semplice e la gomma che circonda il prodotto assicura la stabilità della base di ricarica e dei cellulari. Offre sempre tutti i tipi di voltaggio a seconda dello smartphone che si possiede. Ti permette di ricaricare contemporaneamente sia due cellulari sia un cellulare più un accessorio come ad esempio le Airpods o le Galaxy Buds.

Quali sono i migliori caricabatterie wireless per iPhone, Apple Watch e Airpods

Hai la necessità di avere uno stand di ricarica 2 in 1 o 3 in 1 che supporti anche la ricarica wireless per i tuo dispositivi Apple come iPhone, Apple Watch e Airpods (Pro o 2nd generazione)? Ho selezionato per te alcuni caricatori wireless che in unico stand ti permettono di ricaricare tutto!

In questi stand è presente la base di ricarica wireless per il tuoi iPhone, la postazione per l’Apple Watch e in alcuni anche la possibilità di ricaricare le Airpods via wireless o con cavo.

La velocità massima per questi caricatori wireless è superiore ai 7,5 W, tuttavia è Apple a decidere il voltaggio massimo per preservare lo stato della batteria.

I migliori powerbank wireless

Oltre ai caricatori wireless tradizionali si può scegliere di utilizzare dei caricabatterie portatili. I powerbank wireless non sono privi di porte USB e USB-C, ma hanno la possibilità aggiuntiva di poter ricaricare il proprio smartphone anche senza fili.

Le differenze tra un powerbank wireless e un altro sono essenzialmente la capacità della batteria e la velocità di ricarica supportata. Alcuni hanno anche diverse ventose che tengono fisso il cellulare durante la ricarica wireless: in questo modo non rischierai di spostare accidentalmente lo smartphone interrompendo la ricarica.

Ecco qui alcuni dei migliori powerbank wireless economici che puoi trovare su Amazon:

Come funzionano gli adattatori per la ricarica wireless

Non tutti gli smartphone hanno una batteria che supporta nativamente la ricarica senza fili. I più datati non possono essere ricaricati con la comune base di ricarica wireless, tuttavia sono stati lanciati già da qualche anno alcuni adattatori compatibili sia con iPhone sia con gli smartphone Android. Questi accessori offrono la possibilità di rendere qualsiasi dispositivo in grado di supportare questa tecnologia.

Quali sono gli iPhone che supportano la ricarica wireless? Gli iPhone che possono sfruttare la ricarica senza fili senza accessori aggiuntivi sono tutti quelli lanciati dopo l’iPhone 8: iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone X, iPhone XR, iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone 11, iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max, iPhone SE (2a generazione), iPhone 12, iPhone 12 Mini, iPhone 12 Pro e Pro Max.

Gli iPhone precedenti hanno bisogno di un adattatore wireless: sottilissimo accessorio che si connette alla porta Lightning e consente di sfruttare un qualsiasi caricatore wireless con standard Qi. Ti lascio qui sotto uno dei tanti disponibili su Amazon. Con poco più di €10 ti consentirà di ricaricare anche il tuo cellulare in modalità wireless.

Tutti gli smartphone Android supportano la ricarica wireless? La risposta è sicuramente NO, tuttavia la quantità di questi dispositivi è infinita. Per questo ti mostro quali sono i cellulari abilitati alla ricarica senza fili delle aziende più conosciute:

  • Samsung Galaxy: da S3 in poi
  • Samsung Galaxy Note dal 2 in poi
  • LG: da LG G3 in poi
  • Huawei: da P8 in poi
  • Xiaomi: da Mi 7 in poi (inclusi i Note)
  • Motorola: da moto G5 in poi

Se il tuo smartphone Android non supporta la ricarica wireless, ti consiglio questi due adattatori che si connettono tramite porta usb-c o micro usb e sono in grado di stabilire un collegamento con ogni caricatore wireless Qi.

Quali sono le caratteristiche che deve avere un buon caricatore wireless

Dopo esserti assicurato di avere un dispositivo compatibile con la ricarica wireless (o aver acquistato un adattatore), devi prendere in considerazione alcune caratteristiche prima di scegliere quale sia il miglior caricatore wireless per te:

  • Compatibilità: controlla quale standard sia supportato dal tuo smartphone (al 99% dei casi Qi) ed acquista il giusto caricabatterie di conseguenza.
  • Design: la forma gioca un ruolo fondamentale nella scelta; valuta sempre se preferisci una basetta compatta oppure uno stand che ti permette di posizionare lo smartphone in verticale o in orizzontale.
  • Indicatori LED: hai la necessità di controllare attraverso una spia luminosa lo stato di ricarica del dispositivo? A mio parere è solo una funzionalità secondaria, infatti toccando lo schermo del cellulare potrai controllare percentuale e stato di ricarica della batteria.
  • Funzionalità aggiuntive: come ti ho mostrato prima ci sono alcuni caricatori wireless con funzione di sveglia e di luce notturna oppure dotati di uno speaker bluetooth integrato!

Quando preferire la ricarica con cavo a quella wireless

Un caricatore wireless nella maggior parte dei casi risulta più comodo e piacevole per quanto riguarda l’aspetto. Tuttavia la ricarica wireless è nettamente più lenta di quella con cavo e quindi sconsigliata quando si ha poco tempo a disposizione.

Consiglio anche di scegliere la ricarica con cavo durante le ore notturne. Le motivazioni principali sono: il possibile danneggiamento dello stato della batteria e un maggior rischio di esposizione alle onde elettromagnetiche se il caricabatterie viene posizionato nella camera da letto.

La ricarica con cavo è anche più comoda quando si ha il bisogno di utilizzare lo smartphone. Con la ricarica wireless, anche un leggero spostamento del cellulare può causare l’interruzione dell’alimentazione.


Scopri anche quali sono i migliori adattatori usb-c per il tuo computer!

Ultimo aggiornamento 2021-01-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento

Follow us on Social Media